WPML not installed and activated.

CHIEDERE UN CONSIGLIO PER POI NON ASCOLTARLO

By Antonio Cotardo on 01/10/2017 in Amore, Blog, Vita
0
1

 Vi è mai successo?

Perché molte persone ci chiedono dei consigli, soprattutto in campo affettivo ma poi fanno comunque di testa loro?

IL FATTO

Capita molto spesso di rivolgersi a qualcuno per chiedere come andrà a finire qualcosa, cosa ne pensa, cosa bisognerebbe fare e quando non vogliamo rivolgerci a delle persone a noi vicine, telefoniamo alla radio o scriviamo su internet il problema, nella speranza di trovare in qualche blog sperduto, una risposta soddisfacente. Ma perché raccontare la nostra vita a dei perfetti sconosciuti ci fa stare così tranquilli?

LA FORZA DELL’AMORE

Se sto dicendo delle cretinate, cambiate pagina, eppure la realtà è che quando siamo presi da una situazione, diventa molto più facile svelarsi a un estraneo che a qualcuno che si conosce da sempre. Questo perché abbiamo paura di essere in qualche modo giudicati, in quanto le persone a noi vicine conoscono i nostri sbagli e il nostro passato e hanno imparato a memoria i nostri modi di reagire e subire.

RIVOLGERSI AL SANTONE

Non volendo rivolgerci agli amici, chiediamo aiuto a chissà chi, convinti che abbiano in mano tutte le risposte. Eppure, a prescindere da tutto, che sia un amico o che sia un estraneo, facciamo comunque di testa nostra. Questo perché il cuore tende a fare semplicemente quello di cui ha voglia e non esiste scoperta più brutta che rendersi conto che il consiglio di uno sconosciuto, sia tale e quale a quello di un nostro amico.

EPILOGO

Concludo facendo una piccola riflessione e mi raccomando vorrei che rimanesse tra noi: chi non ha mai desiderato qualcuno che avesse tutte le risposte alle domande della vita? Che sapesse leggere una battuta o rispondere a tono a un messaggio ambiguo, che capisse quando crederci e quando darsela a gambe levate? Ma soprattutto chi non hai mai desiderato una persona che dopo averci fatto parlare per ore, consumando la voce e il credito telefonico per settimane, anni e secoli, ci telefoni e ci dica: ho seguito il tuo consiglio. Invece non succede mai, anzi dopo un po’ di tempo, magari davanti a un bel caffè, si sente sempre la solita frase: avevi ragione tu! Ma che gran bella storia la vita!

Un saluto dal vostro Antonio Cotardo! 🙂

About the Author

Antonio CotardoView all posts by Antonio Cotardo
Loading Facebook Comments ...

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright 2017 | Powered by MaggioreGabrieleDesigner