WPML not installed and activated.

LA CRISI ESISTENZIALE DEI 25 ANNI!

By Antonio Cotardo on 17/05/2016 in Cultura, Curiosità
0
0

images (5)Per saperne di più…

A volte mi capita di tornare indietro con la mente a qualche anno fa, quando mi lasciavo abbattere facilmente anche da una semplice giornata di pioggia. Oggi accolgo il temporale con estremo garbo ringraziando il cielo per questo dono profetico che tanto mi affascina. Quando avevo 16-17 anni invece, avevo paura di qualsiasi cosa, oggi per fortuna non mi spaventa nulla se non la pigrizia.

images (4)LA CRISI

Esiste una crisi che comincia a farsi sentire attorno ai 20 anni quando ancora non sappiamo bene che cosa ne sarà di noi per poi esplodere ai 25 anni quando la vita prende definitivamente consapevolezza e cominciamo a capire che è giunto il momento di prenderci qualche responsabilità. Dopo aver fatto le prime esperienze lavorative a nero, siamo assillati quotidianamente dal trovare un lavoro stabile per placare la volontà di essere autonomi. I giorni passano, gli anni passano ed intorno a noi vediamo gli amici sposati, con figli, con lavoro e casa mentre noi rimaniamo soli con i nostri infiniti e miseri punti di domanda.

CHI SIAMO?

La verità è che spesso non sappiamo ne chi siamo ne cosa vogliamo e abbiamo troppa paura di volere. Soltanto con il tempo arriva la presa di coscienza da parte di tutti, più o meno. Bene o male ognuno prende la sua strada ma ci sarà sempre una fottuta domanda a perseguitarci: stiamo facendo la cosa giusta? Cosa bisogna fare? Come si fa a vivere? Molti sono trascinati dai loro cognomi e vanno a ricoprire vite già scelte e pianificate per loro. Evitano le domande che ricompariranno più in la nella loro vita. Altri invece se le pongono subito e condividono con milioni di altri coetanei questo salpare attraverso l’inferno per poi giungere finalmente in paradiso, con Beatrice, Dante incluso e Caronte rinchiuso nello sgabuzzino.

imagesEPILOGO

Questa sensazione orrenda che la vita sia bloccata e aspetti noi per sbloccarsi, non fa altro che aumentare le nostre insicurezze. Ecco perché spesso ci nascondiamo dietro maschere ricolme d’allegria sui social per poi ritrovarci la sera da soli con noi stessi a letto ad accusarci severamente. Cominciamo a scandalizzarci di ogni cosa, smettiamo di divertirci confondendo la maturità con la serietà. L’unico modo per superare questa crisi è conoscere se stessi, dare fiducia ai propri sogni e alle proprie passioni senza rinunciarvi mai. Spero di esservi stato d’aiuto.

Un saluto dal vostro Antonio Cotardo! 🙂 : )

 

About the Author

Antonio CotardoView all posts by Antonio Cotardo
Loading Facebook Comments ...

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright 2017 | Powered by MaggioreGabrieleDesigner