WPML not installed and activated.

NERO E FONDENTE

By Antonio Cotardo on 25/03/2018 in Blog, Cultura, Recensioni
0
0

Un libro di A. R. Mecfones

Ho conosciuto il giovane e promettente scrittore a Lecce, il cui nome che vedete in alto è in realtà lo pseudonimo della sua vera identità, architettata a nozze attraverso un piccolo anagramma. Ho avuto il piacere di assistere alla premiazione di un concorso letterario in cui si era ovviamente classificato tra le primissime posizioni e fin dall’inizio lo stile di questo ragazzo, mi ha colpito profondamente. Dopo esserci scambiati il contatto telefonico e le direttive social, giusto per rimanere a passo di millennio malgrado le nostre riluttanze, siamo rimasti spesso in contatto ritrovandoci a discutere delle cose più disparate, tra cui la nostra passione per la poesia. Finalmente dopo tanti discorsi, ho avuto il piacere di leggere il suo primo lavoro letterario intitolato Nero e Fondente, un romanzo noir innovativo rispetto al classico noir a cui siamo abituati. In realtà potrei dire che si tratta quasi di un genere letterario a parte, una vera e propria bomba atomica. Ma lasciatemi il tempo di spiegarvi come stanno le cose.

IL LIBRO

Copertina ad opera di Paolo Carraretto, semplice ma ad effetto, posizionata su uno sfondo bianco che lascia presagire subito che ci sarà da divertirsi nella lettura, specialmente quando girando la prima pagina, si nota come la lettura sia consigliata soltanto ad un pubblico adulto. Casa editrice Antonio Crepaldi, prezzo 24 euro, su internet sta andando praticamente a ruba scalando posizioni amazon giorno dopo giorno e il motivo è del tutto comprensibile. Si tratta di una storia magistrale, farcita dalle conoscenze mediche e psicologiche dell’autore che arricchiscono la lettura di precisazioni estremamente scientifiche. A.R. Mecfones non lascia nulla al caso. La trama è avvincente. Un demone potente che si impossessa delle sue vittime fino ad annientarle, diventando dapprima un serial killer terreno per poi tramutarsi in un serial killer ultraterreno. Riuscirà la polizia a fermare questo pazzo squilibrato? E chi sono gli squilibrati poi? Occultamenti di cadavere, mutilazioni e tanto altro fino ad arrivare al più crudo e sanguinoso degli epiloghi. L’autore inoltre, ha lavorato tantissimo sulla musicalità delle parole, soffermandosi perfino sulla loro dissonanza. Un vero e proprio capolavoro.

EPILOGO

Ciao Antonio, sto per completare le correzioni al mio romanzo, sto piangendo dalla gioia, 6 anni Antonio, 6 anni di orrore stanno per chiudersi, finalmente!

Questo piccolo messaggio ricevuto dall’amico scrittore, vi fa capire la sofferenza e la spontaneità di questo ragazzo che usa un linguaggio d’alto rango, metafore, similitudini, ossimori. A.R.Mecfones, dice cose anche fra le righe, dove lo spazio è bianco. All’interno di questo libro infatti, si può trovare di tutto senza mai annoiarsi né pensare di abbandonare lo scorrere del testo che procede incalzante verso una fine davvero da brividi. Del resto, come dice lo stesso autore, a far gli sbadati qualche volta ci si salva la vita! E quante volte crediamo che i nostri occhi abbiano visto tutto? Invece siamo a malapena all’inizio. Senza gli altri non siamo nulla, non siamo e basta. Questo perché noi viviamo negli altri e per gli altri, solo così definiamo la nostra identità. Dunque, per concludere, se volete leggere qualcosa di interessante e allo stesso tempo insolito, Nero e Fondente è la scelta giusta. Io non posso dirvi altro, soltanto che ne vale la pena.

Un saluto dal vostro Antonio Cotardo!

About the Author

Antonio CotardoView all posts by Antonio Cotardo

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright 2018 | Powered by MaggioreGabrieleDesigner