WPML not installed and activated.

PRENDE IL CAFFE’ CON I VICINI MA POI…

By Antonio Cotardo on 03/02/2015 in Blog, Vita
0
1

Un caffè amaro…

Succede sempre cosi più o meno, le persone che ci sembrano più amichevoli alla fine si trasformano in un vero e proprio incubo. Ma la domanda è: siamo noi che ci fidiamo troppo delle apparenze o c’è una sorta di molla che all’improvviso scatta nella testa di questi individui?E’ un interrogativo che non finiremo mai di porci!

anziani-uccisi-varese-3677I CONIUGI

Martino Ferro e Graziella Campello sono due coniugi di 80 e 74 anni che si godono la pensione dopo una vita di sacrifici. Giocano a carte, bevono il thè con gli amici, coltivano l’orto, fanno lunghe passeggiate e sopratutto si coccolano il nipotino che il figlio Dario di 51 anni ha messo alla luce insieme alla moglie. Martino è stato un semplice operaio di fabbrica, mentre Graziella ricamava in casa. La loro abitazione è decisamente modesta e molto probabilmente vista la tecnologia e le cianfrusaglie a cui siamo abituati oggi a primo impatto la definiremmo squallida, ma a loro bastava, non avevano bisogno di molte cose per essere felici, del resto bastano poche cose quando si ha il cuore colmo d’amore.

download (1)IL FATTO

Cosi accade che in un tranquillissimo lunedi come tanti a Castiglione Olona c’è il classico cielo limpido e beffardamente soleggiato, quello che soltanto dopo aver messo in ordine tutti i particolari inquietanti ti domandi per quale dannato motivo fosse cosi splendente. I coniugi Ferro di solito non danno molta confidenza ai vicini, ma con un vicino in particolare, Alessandro Lorena, sono molto attaccati. Si perché il povero Alessandro non lavora da novembre e ha un figlio a carico da mantenere e un divorzio da sopportare. Cosi può succedere che un anziano padre con il cuore in mano per un ragazzo che potrebbe essere tranquillamente suo figlio, decide di raccogliere due limoni dal proprio orto per regalarli al giovane sfortunato. Ma spesso ci dimentichiamo le raccomandazioni base della vita, ovvero di fare molta attenzione poiché non si finisce mai di conoscere davvero qualcuno. Infatti, il Signor Alessandro Lorena, dopo aver lasciato a casa i limoni afferra una mazzetta da muratore, torna indietro e uccide selvaggiamente Martino. Quindi sale nell’appartamento e facendo finta di nulla prende il caffè insieme a Graziella. Ma non appena povera anziana si gira eccolo colpire ancora. Fuori due. A questo punto si mette a rovistare in casa trovando il misero bottino di 100 euro. In un momento di lucidità afferra le tazze dove c’erano le sue impronte e scappa via gettandole in un cassonetto sulla provinciale. Ma come al solito c’è sempre qualche particolare che sfugge ad un assassino. Le sue impronte infatti si trovavano anche su un piattino che si è completamente scordato di portare via.

SVILUPPI

Dopo quasi 24 ore, il figlio Dario, preoccupato dal silenzio telefonico dei suoi, decide di fare un salto nella sua vecchia casa, scoprendo i cadaveri. A quel punto dopo aver avvisato le forze dell’ordine si ritrova coinvolto tanto che viene interrogato per possibile delitto in famiglia. Arrivano i ris con le loro tute bianche e iniziano a setacciare la zona.

downloadIL COLPEVOLE

Ad un certo punto però, spunta un vicino di casa, stavolta quello buono, che si ricorda di aver visto Martino porgere due limoni al giovane amico di famiglia dei coniugi: Alessandro, UN BRAVO ragazzo infondo. Dopo vari interrogatori e la scoperta del piattino, cede e confessa tutto accompagnando gli agenti a recuperare l’arma del delitto. Il motivo? “ non so perché li ho uccisi”.

FINE

Dunque siamo di fronte all’ennesima cronaca nera, macabra, fate un po’ voi, ma vorrei sottolineare come tutto questo sia stato fatto per 100 euro. Quanto valgono due vite allora? Facciamo attenzione a chi abbiamo intorno, altro che bravo ragazzo!

Un saluto dal vostro Antonio Cotardo!

About the Author

Antonio CotardoView all posts by Antonio Cotardo

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright 2018 | Powered by MaggioreGabrieleDesigner