WPML not installed and activated.

TARTARUGA GUARITA CON UNA “LEGO”

By Antonio Cotardo on 14/06/2017 in Blog, Cultura, Curiosità
0
1

L’incredibile storia di Blade

Quando ho sentito questa notizia, non ci credevo nemmeno io, ma nel momento in cui mi sono documentato circa la veridicità del fatto, sono rimasto colpito, finalmente in maniera positiva. Ogni tanto ci vogliono le belle notizie per aiutarci a vivere con il sorriso.

 IL FATTO

Tutto è iniziato quando Blade ha cominciato ad avere problemi nel muoversi, tanto che la sua piccola padroncina, ha deciso di portarla dal veterinario e guardate che non è affatto scontato che una tartaruga venga portata a visita da uno specialista. Il dottor Carsten Plischke ha scoperto che le difficoltà motorie della piccola tartarughina erano dovute a una malattia e a qualche problema nella crescita. Le zampine della tartaruga purtroppo, erano talmente deboli da non permetterle di camminare. Senza perdere altro tempo, dopo averla tenuta in osservazione e fatto i rilievi necessari, il veterinario ha montato una gamba artificiale a Blade.  L’idea è arrivata grazie alla figlia piccola che stava giocando con i lego. Da qui il pensiero geniale di usare una rotellina come quarta gamba.

EPILOGO

A volte basta poco per migliorare la vita di qualcuno, non importa se sia un animale o una persona. Blade adesso, invece di muoversi usando le zampette, scorrazza sulle sue quattro ruote motrici Lego. Quando le zampine saranno guarite, Blade potrà riprendere a spostarsi in autonomia. Quante volte ci capitano queste notizie e sono in grado da sole di metterci il sorriso in una giornata no? Io ho voluto condividere con voi questa.

“Per le persone ci sono mezzi per garantire la mobilità in caso di problemi simili – dice Plischke -. Ma non per gli animali, anche perché non esistono per loro misure standard per realizzare attrezzi come girelli o protesi: ci vuole quindi un po’ di inventiva per trovare soluzioni creative”.

Un saluto dal vostro Antonio Cotardo!

About the Author

Antonio CotardoView all posts by Antonio Cotardo
Loading Facebook Comments ...

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright 2017 | Powered by MaggioreGabrieleDesigner