WPML not installed and activated.

WEB MARKETING: LA SITUAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE

By Antonio Cotardo on 16/07/2016 in Blog, Cultura, Curiosità
0
0

Ma il sito internet serve oppure non serve più?

downloadFino ad una decina di anni fa, giusto per concedere qualche lasso di tempo in più, tutte le imprese che operavano nel privato e nel pubblico, utilizzavano dei sistemi totalmente cartacei per sbrigare le proprie pratiche. Oggi per fortuna la situazione è cambiata notevolmente, grazie anche all’introduzione dello smartphone, un oggetto attraverso il quale è possibile controllare praticamente tutto senza stare li a consultare archivi su archivi su archivi.

13669588_1767152310196216_9117771663167326195_n

Direttore di Kalòs, Alessandro Quarta

IL FATTO

Se dovessimo considerare la questione in termini di crescita digitale dovremmo partire innanzitutto da un dato che dovrebbe farci riflettere e non poco: in Italia il 70% delle imprese ha un sito internet. Ma siamo sicuri  che con l’introduzione dei social network il sito internet serva ancora? Il dato del giorno dice che il 37 % delle imprese italiane ha un profilo sui social network. Certo ancora non è un risultato entusiasmante ma che cosa succede quando un’impresa comincia ad interagire con la sua clientela attraverso la propria pagina ufficiale di facebook o attraverso il suo profilo instagram?? La risposta è senza dubbio che il sito internet sta perdendo un po’ della sua efficacia ma non per questo ha esaurito il suo fascino e questa è una riflessione personale visto che da qualche anno a questa parte sto cercando di mandare avanti la mia piccola attività anche grazie al mio sito internet ed è veramente antipatico dover accantonare dopo tanti sforzi tutto il discorso del seo, delle parole chiave, con un semplice post, ma del resto il peso del progresso sta proprio qui.

COSA FARE PER CRESCERE IN DIGITALE?

13716021_1767153020196145_5047545719142652288_nÈ ovvio che un’impresa che si vuole presentare ad una fetta di mercato internazionale, deve a maggior ragione adeguarsi ad alcuni canoni del mondo tecnologico. Al momento però in Italia molte imprese hanno paura di investire in quello che viene definito web-marketing, oppure investono male e non hanno continuità. Il tutto viene aggravato dalla mancanza di monitoraggio e senza ombra di dubbio da una totale assenza di strategia che dipende essenzialmente dalla carenza nelle competenze informatiche.  Alla base di tutto però bisognerebbe risolvere il problema relativo alla connessione. Per essere competitivi come gli altri paesi infatti bisognerebbe prima di tutto portare internet veloce in ogni angolo della nostra penisola. Sembrava facile fare web marketing eh? Basta prendere uno smarthphone e il gioco è fatto! Invece non è cosi!

13697283_1767153873529393_6237180235423109933_nEPILOGO

L’articolo deriva da una recente esperienza di marketing creativo che ho avuto modo di fare a Caprarica di Lecce nei pressi del parco Kalòs di Alessandro Quarta, dove alcuni esperti di social marketing ci hanno dato alcune dritte su come siano cambiati oggi i modi di comunicare. E’ proprio questo infatti che le imprese dovrebbero imparare a fare per essere competitive, comunicare, solo cosi si potrebbe raggiungere una crescita, ma soprattutto la si potrebbe raggiungere tutti insieme.

Un saluto dal vostro Antonio Cotardo! 🙂 🙂 

About the Author

Antonio CotardoView all posts by Antonio Cotardo
Loading Facebook Comments ...

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright 2017 | Powered by MaggioreGabrieleDesigner