Ultimi articoli
firmati
Antonio Cotardo

Volete sapere chi si nasconde dietro questo muro di parole? Sto cercando di spiegarvelo raccontandovi quello che sento, quello che mi passa per la testa, quello che il cuore mi fa pensare e la ragione è del tutto consapevole che non dovrei fare.

Sto cercando di scoprire chi sono giorno dopo giorno, un istante dopo l’altro. Da oggi in poi le uniche lacrime che accetterò volentieri saranno quelle di gioia. Questo e molto altro ancora, rimanete con me!

23/11/2016

POESIA: HAI MAI CORSO TRA LE NUVOLE?

Un libro di Lorenzo Cioce Dopo l’enorme successo ottenuto con la sua prima raccolta di poesia pubblicata a soli 20 anni e dal titolo “Lo sprecainchiostro”, […]
15/11/2016

LA SECONDA VITA

Il nuovo romanzo di Ferdinando Scavran Non finisce mai di sorprendere la penna di Ferdinando, abile sempre di più a districarsi tra grovigli interessantissimi che soltanto […]
12/11/2016

COME LE ROSE A MAGGIO

Un libro di Antonello D’Ajello Una storia vera edita da Argomenti edizioni di Antonio Soleti, una storia che molto probabilmente Antonello non avrebbe voluto mai e […]
12/11/2016

DORMIRE CON LE MUTANDE? FA MALE!

Gli esperti ci spiegano perché! IL F ATTO Se credevate che incappucciarvi dalla testa ai piedi per ripararvi dal freddo invernale e dal gelido ingresso nelle […]
06/11/2016

NEL FUTURO? SAREMO TUTTI VEGETARIANI!

Ecco perché…. In un futuro decisamente prossimo lo scenario che ci aspetta in termini di cibo, non è assolutamente dei migliori, specialmente per quelli che non […]
01/11/2016

I TERREMOTI SI POSSONO PROVOCARE?

Scrivetelo su Google Non è un caso che io abbia scelto di scrivere quest’articolo proprio durante questi giorni catastrofici per l’umanità. Ogni giorno in una parte […]

Volete sapere chi si nasconde dietro questo muro di parole? Sto cercando di spiegarvelo raccontandovi quello che sento, quello che mi passa per la testa, quello che il cuore mi fa pensare e la ragione è del tutto consapevole che non dovrei fare. Sto cercando di scoprire chi sono giorno dopo giorno, un istante dopo l’altro. Sono quello che quando tutti si arrendono continua ad insistere fino al punto di scorticarsi l’anima, quello che combatte le battaglie perse in partenza, perchè se non lottassi il pensiero del “come sarebbe andata se avessi fatto cosi” mi ridurebbe ad un fottuto pezzo di carne che respira. Sono quello che si è stancato di capire, qui dove poi soltanto pochi ti capiscono. Ma sono anche quello che continua a sorridere, quello che una volta finita la burrasca ricomincia da zero, riparte dai suoi pezzi di anima finiti chissà dove, sono quello che non rimpiange nulla perchè piangersi addosso non servirebbe. Da oggi in poi le uniche lacrime che accetterò volentieri saranno quello di gioia. Questo e molto altro ancora, rimanete con me!
Antonio Cotardo